Strategia di promozione di Nutella Biscuits

Con questo articolo vi presentiamo la strategia di promozione di Nutella Biscuits: una case history interessante che ha incuriosito e che ha fatto discutere.

Nutella Biscuits è un caso che fa discutere. In queste ultime settimane vi è stato un vero arrembaggio nei supermercati per accaparrarsi l’ultimo pacco di questi famigerati biscotti con cuore di Nutella. Questa volta il brand Ferrero cambia strategia e punta su elementi nuovi per portare alla ribalta la sua ultima deliziosa creazione. Ma cosa si nasconde dietro la strategia di promozione dei Nutella Biscuits? Con questo articolo proviamo a spiegarvi dal nostro punto di vista i retroscena di una brand strategy davvero efficace.

Nutella Biscuits: La domanda cresce e gli scaffali si svuotano

In molti si sono interrogati su una questione in particolare: perché i Nutella Biscuits sono introvabili? Ebbene sì: la domanda è cresciuta in modo esponenziale con il lancio della nuova linea Ferrero a pochi giorni dal suo debutto. I supermercati sono stati presi d’assalto e, in alcune zone d’Italia, è stato addirittura messo un limite di acquisto al prodotto affinché una platea più ampia potesse accedervi e assecondare il palato con quest’ultima creazione di casa Ferrero. Il meccanismo è semplice: il noto brand lancia un nuovo prodotto, crea desiderio e curiosità e, appena il mercato è pronto ad acquistarlo, lo sottrae dal mercato stesso.

Buyer Personas come Brand Ambassador

In questo modo si è cercato di creare le migliori condizioni di aspettativa sul prodotto sfruttando il forte deterrente del passaparola la cui conseguenza logica è la corsa all’acquisto. In pratica i buyer personas in modo virale diventano brand ambassador essi stessi e, quindi, si sfrutta la limitazione come possibilità di ampio accesso a quel prodotto in ragione del fatto che un ampio pubblico lo provi! La scarsità del prodotto rende maggiormente appetibile il prodotto in un’epoca, questa, in cui la rarità è rappresentata soltanto dai prodotti bio, vegan e simili. Ferrero crediamo che abbia magistralmente controvertito questa equazione volgendola a proprio favore!

Non solo marketing virale! Questa volta a scendere in prima linea sono gli stessi dipendenti della Ferrero. La strategia di in store promotion adottata prevede che a raccontare il prodotto siano le stesse persone che ogni giorno regalano dolci bontà con operosità e impegno. La scelta è di portare in auge la squadra che ha lavorato intensamente alla creazione di questo prodotto. Lo spiega D’Este, Presidente e Amministratore Delegato di Ferrero: “a vincere le partite non sono soltanto quelli che fanno gol, ma l’intera squadra. Ci piaceva l’idea di coinvolgere le persone che lavorano in produzione, in amministrazione e nei servizi”. In questo modo i dipendenti sono diventati testimonial di un prodotto di successo e l’idea aziendale ha rinsaldato un legame di fiducia col cliente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like