Brand Identity: le giuste strategie da seguire in 5 step

brand identity

In ambito di Brand Identity, esistono numerose strategie. Ma quali possono essere le migliori da seguire? Diamogli un’occhiata.

Torniamo a parlare di Brand Identity e delle sue strategie. Come possono essere sintetizzate in cinque step? Il primo elemento da prendere in considerazione è la Brand Philosofy: si tratta di avere una visuale ampia del nostro brand. Lo possiamo definire come “chi siamo, a chi ci rivolgiamo, cosa cerchiamo di rappresentare”. Una volta che abbiamo la risposta a queste domande apparentemente semplici, possiamo già iniziare a definire i dettagli del nostro progetto. Quando si va a definire l’obiettivo, dobbiamo ricordare che questo non deve essere troppo ampio o indefinito. ù

Il secondo step sta nel cosiddetto naming, ovvero nel trovare il nome giusto per la nostra attività commerciale. Se già abbiamo un’attività e vogliamo rinnovarla, possiamo eliminare questo step. Se, al contrario, stiamo per aprire un’attività, il naming è molto importante e dobbiamo stare attenti al fatto che esistono moltissimi marchi già registrati. Inoltre, il dominio del sito web dovrebbe coincidere possibilmente con il nome dell’azienda.

Il terzo step è rappresentato dal Visual Branding. Che cosa si intende con ciò? Si parla di grafica, che spesso ha un grandissimo impatto sulle decisioni di acquisto dei consumatori. Occuparsi di ciò vuol dire creare un’immagine utile al nostro brand e creare uno stile che possa riflettere al meglio la filosofia del marchio. Dovremo cercare così un’immagine accattivante che catturi l’attenzione del pubblico.

A tal proposito dobbiamo fare una precisazione: se l’immagine del brand è offline, dobbiamo cercare di studiare gli aspetti come le insegne, le vetrine, gli arredi, i colori, la musica ed il profumo da usare in negozio. Se, invece, l’immagine del brand è online, dobbiamo offrirla curata con design e grafica coordinati e dall’aspetto professionale, per poter poi costruire un branding coerente anche per il sito, il blog ed i social media.

Il quarto step è quello della scelta del logo. Il segreto è sempre quello di scegliere un logo molto semplice, che sia facilmente riconoscibile. I loghi molto dettagliati, infatti, se da un lato possono essere considerati belli, dall’altro possono sembrare confusi e scadenti se vengono ridotti alle piccole dimensioni.

Infine, consideriamo la voce ed il tono del brand, con cui andremo a comunicare con i clienti. Lo stile di scrittura dovrà essere il più semplice possibile. Per ciò che concerne la voce, dovrà restare costante ed uniforme, sicura e non arrogante. Il tono, invece, è il modo in cui la voce si adatta alle diverse situazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like