Creatività e marketing, perché i due concetti sono inseparabili

creatività e marketing

La creatività si lega spesso con il marketing, affinché quest’ultimo sia efficace. I due concessi sono, infatti, inseparabili. Ecco il perché.

Creatività e marketing

Il concetto di creatività e quello di marketing si legano tra di loro. L’una ha, infatti, sempre un forte bisogno dell’altro, affinché la comunicazione avvenga sempre in modo corretto. Il marketing è un qualcosa che dà sostegno alla creatività, in quanto è utile per fornire quelle che sono le basi e gli elementi essenziali alla comunicazione creativa. Dobbiamo partire, infatti, dal presupposto che è il marketing a definire cosa crea davvero utilità ai clienti.

La creatività è quindi una leva fondamentale per poter raggiungere al meglio obiettivi strategici di marketing. Attraverso la comunicazione, dobbiamo riuscire a far percepire al cliente che quel particolare prodotto o servizio è creato appositamente per lui. L’obiettivo diventa quindi adottare una comunicazione che parli al proprio target. Per fare questo è utile la creatività. Ecco spiegato il legame tra i due concetti.

La vera creatività nasce dalla necessità di districarsi tra i molti ostacoli e le esigenze del cliente. E’ necessario riuscire a creare mettendosi sempre nei panni del nostro cliente e pensare a come poter soddisfare i bisogni del nostro target di riferimento, bisogni che possono essere più o meno espressi.

Se è vero che il pensiero strategico si crea attraverso una visione che nel presente non esiste e che va, in sostanza, creata a partire da zero, è altrettanto vero che la creatività non può prescindere dal marketing e dalle analisi. Il marketing deve essere sempre assolutamente creativo, poiché mira a rafforzare la creatività.

Proprio per questo motivo, quando si richiede in un’azienda la figura del marketer, tra i requisiti essenziali di questa posizione professionale vi è proprio la creatività. Il marketer deve essere creativo. Un qualcosa di mezzo tra un artista e un imprenditore.

Essere esperti del settore, infatti, non basta. I professionisti del settore devono padroneggiare le attività di settore, essere motivati ed avere la capacità di pensare in modo creativo e divergente, per costruire una buona strategia di marketing. Il marketer deve pensare non solo come manager, artista o promotore, deve andare oltre, diventando così imprenditore ed innovatore. Possiamo, dunque, concludere, come il marketing e la creatività siano un qualcosa di unito tra di loro, molto di più di “due facce della stessa medaglia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like