Programmatic Advertising: che cos’è e come funziona

programmatic advertising

Parliamo di Programmatic Advertising e cerchiamo di capire come funziona in questo articolo. Quali sono i suoi punti di forza?

Programmatic Advertising

La Programmatic Advertising si basa sul concetto dei “dati”. Sappiamo bene come, sul web, siano presenti degli algoritmi molto complicati, che non fanno altro che analizzare di continuo il comportamento online dei consumatori. Questi cercano di captare determinati dati e, attraverso questi e il loro uso, l’azienda riesce a creare un proprio target, prendendo in considerazione alcuni aspetti comportamentali, ma anche demografici.

Tali contenuti appaiono così agli utenti, che potrebbero essere potenzialmente interessati. Tra gli esempi più concreti di queste campagne vi sono le informazioni su spazi pubblicitari liberi, quando una semplice pagina web viene caricata.

Le piattaforme di Programmatic Advertising si basano sempre su algoritmi intelligenti, che riescono a segmentare i “lead” più qualificati. Si cerca, quindi, di ottenere questi lead, che possono tradursi in valori veri e propri. Tra gli obiettivi principali di una campagna di Programmatic Advertising, infatti, vi è quello di raggiungere dei clienti/utenti che, per caratteristiche comportamentali o demografiche, potrebbero essere interessate a quel prodotto o a quel servizio. In questo modo, essi si trasformano in un valore per l’azienda che li propone.

Tra i suoi vantaggi si annovera, quindi, la possibilità di raggiungere utenti ben specifici. Gli annunci, infatti, sono indirizzati al visitatore che può essere interessato a cliccare sopra, proprio perché potrebbe essere interessato all’annuncio che viene pubblicizzato. Si tratta, inoltre, di una campagna con prezzi trasparenti.

Alcuni hanno qualche dubbio sulla funzionalità della Programmatic Advertising. Il primo può riguardare la segmentazione del target in modo errato. Se ciò avviene, l’audience raggiunta dall’annuncio non sarà utile all’azienda ed il tutto si tramuterà in una pubblicità non efficace. Essendo un processo del tutto automatizzato, può succedere che l’immagine proposta sia differente rispetto a quella che l’azienda vorrebbe dare ai potenziali clienti. Il fattore umano, quindi, è sempre molto importante ed è un elemento da considerare in tutte le campagne pubblicitarie, non solo in questa.

Non mancano i dubbi sulla possibilità di violazione della privacy degli utenti. Se è vero che gli utenti vengono seguiti dagli annunci, è altrettanto vero che tali utenti vedranno comparire in diversi siti gli stessi annunci. Questo può essere utile, ma può creare anche qualche piccolo fastidio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like